Super e Iperammortamento


 

Proroga del cosiddetto “Super Ammortamento”

 

È prorogata la possibilità a favore delle imprese / lavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi entro il 31.12.2017 (30.6.2018 a condizione che entro il 31.12.2017 sia accettato il relativo ordine e siano pagati acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione), al solo fine di determinare le quote di ammortamento e i canoni di leasing, di incrementare il relativo costo di acquisizione del 40%.

Sono esclusi dall’agevolazione in esame i veicoli a deducibilità limitata di cui all’art. 164, comma 1, lett. b), TUIR e i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti ex lett. b-bis).

Per il calcolo dell’acconto IRPEF / IRES 2017 è necessario rideterminare il reddito 2016 senza considerare la maggiorazione del 40% dell’ammortamento / canoni di leasing.

 

“Iper – Ammortamento”

 

La Legge di Bilancio 2017 introduce una nuova agevolazione fiscale per le imprese: si tratta dell’incremento del 150% del costo di acquisto dei beni strumentali nuovi finalizzati a favorire la trasformazione tecnologica e digitale dell’azienda, denomiato “iper-ammortamento”, per quel che riguarda l’investimento e la digitalizzazione dell’industria italiana, ovvero per contribuire al macro progetto di Industria 4.0.

Il termine per la consegna dell’acquisto è esteso a giugno 2018, a patto che l’ordine sia perfezionato entro il 31 dicembre 2017 con un acconto almeno del 20%.

 

A favore delle imprese che effettuano investimenti in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica / digitale, ricompresi nell’Allegato A, entro il 31.12.2017 (30.6.2018 a condizione che entro il 31.12.2017 sia accettato il relativo ordine e siano pagati acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione), il costo di acquisizione è incrementato del 150%.

 

Per i soggetti in esame che effettuano nel suddetto periodo investimenti in beni immateriali strumentali di cui all’Allegato B, il costo di acquisizione è aumentato del 40%.

In particolare:

 

Allegato A: beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello “Industria 4.0”, composto dei seguenti sottoinsiemi:

-          beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti;

-          sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;

-          dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e la sicurezza del posto di lavoro in logica “4.0”.

 

Allegato B: beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi ad investimenti di beni materiali “Industria 4.0”.

 

La norma riconosce l’incentivo dell’iper-ammortamento unicamente ai soggetti titolari di reddito di impresa.

Le aziende interessate all’agevolazione dovranno produrre una dichiarazione del legale rappresentante che attesti per ciascun bene acquistato quanto segue:

-          che l’azienda possiede le caratteristiche tecniche tali da includerlo nell’elenco previsto negli Allegati A e B;

-          che l’azienda è interconnessa al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

 

Per ciascun bene con costo superiore ad Euro 500.000 tale attestazione dovrà essere resa con una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere/perito industriale o ente di certificazione accreditato.

 

 

Per il calcolo dell’acconto IRPEF / IRES 2017 è necessario rideterminare il reddito 2016 senza considerare la maggiorazione del 150% dell’ammortamento.

 

A favore delle imprese che effettuano investimenti in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica / digitale, ricompresi nell’Allegato A, entro il 31.12.2017 (30.6.2018 a condizione che entro il 31.12.2017 sia accettato il relativo ordine e siano pagati acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione), il costo di acquisizione è incrementato del 150%.

 

 

Per i soggetti in esame che effettuano nel suddetto periodo investimenti in beni immateriali strumentali di cui all’Allegato B, il costo di acquisizione è aumentato del 40%.